giovedì, Ottobre 6, 2022
giovedì, 6 Ottobre 2022
HomeTeatroInnamorarsi della musica classica a Milano con John Malkovich

Innamorarsi della musica classica a Milano con John Malkovich

Innamorarsi della musica classica a Milano con John Malkovich. A scommetterci oggi è proprio lui, uno dei più illustri e raffinati artisti del panorama mondiale, con uno show a 360 gradi intitolato “The Music Critic”. Dove? Il 3 dicembre, alle 21, al TAM Teatro Arcimboldi.

 John-Malkovich-The-Music-Critic-TAM-Teatro-Milano-Arcimboldi- Foto-di-Julia-Wesely-Aleksey-Igudesman-Hyun-ki-Joo-Massimo-Mercelli-musica-classica-teatro
Il carismatico attore John Malkovich nei panni di un critico cattivo in “The Music Critic” (Foto di Julia Wesely)

Un sorprendente e ironico viaggio musicale attraverso i grandi successi della musica classica in lingua originale con sovratitoli in italiano.

Una performance davvero unica nella quale l’attore di tanti film di successo, da “Le relazioni pericolose” a “Valley of the Gods”, da “Urla del silenzio” a “Il tè nel deserto”, non è da solo in scena.

 

I compagni di Malkovich in “The Music Critic”

Già, perché è ad accompagnarlo sul palco sono alcuni straordinari musicisti di fama internazionale come Aleksey Igudesman e Hyung-ki Joo. I due formano un duo celeberrimo per la spericolata abilità dei numeri musicali che eseguono nei loro show.

Concepito per il “Julian Rachlin & Friends Festival”, “The Music Critic” è un esilarante cocktail narrativo sulle peggiori critiche musicali degli ultimi secoli.

La creazione e ideazione dello spettacolo

 John-Malkovich-The-Music-Critic-TAM-Teatro-Milano-Arcimboldi- Foto-di-Julia-Wesely-Aleksey-Igudesman-Hyun-ki-Joo-Massimo-Mercelli-musica-classica-teatro
Un momento esilarante di “The Music Critic”, qui con John Malkovich, Aleksey Igudesman e Hyung-ki Joo (Foto di Julia Wesely)

Ideato e scritto da Aleksey Igudesman, mette in scena un divertente battibecco sulle stroncature che hanno coinvolto alcuni dei grandi Maestri della musica. Si va da Beethoven a Chopin, da Prokofiev a Schumann, da Brahms a Debussy.

Qui Schumann pensa di essere un “compositore”, mentre Brahms è “un bastardo senza talento”. E Debussy è “semplicemente brutto”.

John Malkovich entra nel ruolo del critico cattivo che crede che la musica di questi autori sia noiosa e triste. Aleksey Igudesman, Hyung-ki Joo e gli altri musicisti come, ad esempio, il flautista Massimo Mercelli, dissentono e contrattaccano alla grande.

 John-Malkovich-The-Music-Critic-TAM-Teatro-Milano-Arcimboldi- Foto-di-Julia-Wesely-Aleksey-Igudesman-Hyun-ki-Joo-Massimo-Mercelli-musica-classica-teatro
Un’istantanea del gran finale dello spettacolo: il “The Malkovich torment” (Foto di Julia Wesely)

E nel gran finale, “The Malkovich torment”, l’attore declama una terrificante recensione alla sua interpretazione in uno spettacolo teatrale.

Il tutto commentato da un pezzo musicale, scritto da Igudesman, che sottolinea comicamente le parole del critico. Facile allora innamorarsi oggi della musica classica a Milano con John Malkovich!

 

IL TRAILER DELLO SPETTACOLO

Antonio Garbisa
Antonio Garbisa
Giornalista professionista, critico musicale, teatrale e cinematografico, sono nato a Venezia dove mi sono diplomato al Liceo Classico Foscarini e laureato in Lettere con 110/110 e lode all'Università Ca' Foscari. Trasferitomi a Milano, mi sono diplomato in Comunicazioni Sociali all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Ho collaborato con diverse testate: "Anna", "Classic Voice", "Libero", "TGR Lombardia", "TGCom", "Metro"
ARTICOLI CORRELATI
SEGUIMI

Articoli più recenti

Non puoi copiare i contenuti!